Secondo le osservazioni di F2Pool, nella seconda metà dell’anno, abbiamo potuto finalmente assistere ad una distribuzione più omogenea del tasso totale di hashish Bitcoin con gli Stati Uniti e il Canada che cercano di competere con il predominio della Cina.

Il dominio della Cina

Sviluppato dall’Università di Cambridge, il grafico sottostante traccia la distribuzione mensile degli hashish sulla base dei dati di geo-localizzazione (cioè gli indirizzi IP) degli hashish. In sintonia con le credenze popolari, il predominio della Cina è distintivo.

Questo predominio solleva questioni politiche e timori sulla centralizzazione della criptovaluta da parte dei minatori cinesi. In teoria, tutti i minatori cinesi insieme potrebbero orchestrare un attacco del 51% alla rete Bitcoin. Inoltre, una più realistica regolamentazione del divieto da parte del governo cinese ha perseguitato gli investitori per anni.

La „capanna 8“ canadese e il crescente interesse per il N. America

La società mineraria pubblica canadese Bitcoin ha raccolto 8,3 milioni di dollari dalla vendita del 6% dei suoi titoli. Secondo le fonti, l’investimento viene contribuito a nuove attrezzature con l’obiettivo di „aumentare la capacità mineraria di oltre un quinto a 1.150 petahash (PH/s)“. L’obiettivo è di catturare poco meno dell’1% del tasso totale di hashish minerario Bitcoin.

Secondo un altro rapporto, Core Scientific ha acquistato circa 17.595 nuovi minatori della generazione Bitmain per una quantità non rivelata per aumentare la sua capacità mineraria da 380Kwh a 450Kwh.

L’aumento di quasi il 20% su entrambe queste fattorie minerarie con i nuovi minatori è previsto entro la fine dell’anno.

Le precedenti relazioni di Blockstream che ha sviluppato un servizio di colocation mining in America rivelano anche l’aggiunta di circa 100.000 modelli minerari ASIC più avanzati, come WhatsMiner M20S di MicroBT o AntMiner S17 Pro di Bitmain. La dimensione stimata delle fattorie Blockstream sarà della scala di Core Scientific. Inoltre, la Northern AG, con sede in Germania, ha annunciato anche un’espansione negli Stati Uniti.

F2Pool twittato,

Nell’ultima settimana, abbiamo visto grandi quantità di hardware di nuova generazione ordinato da alcuni dei maggiori operatori minerari N. American #Bitcoin. Con i tempi di consegna alla fine di quest’anno, e la stagione idroelettrica in Cina che si sta chiudendo a ottobre 2020 potrebbe vedere il più grande cambiamento nell’hashrate.

Come riportato in precedenza su CoinGape, attualmente, a causa della stagione delle inondazioni, l’elettricità è molto economica in Cina. Quindi, anche dopo il dimezzamento dell’estrazione dei profitti è stato possibile. Tuttavia, a lungo termine, il dimezzamento avrà probabilmente un impatto negativo sui minatori cinesi, con la maggior parte dell’hardware S9 destinato a diventare non redditizio entro la fine della stagione delle piogge in Cina in ottobre.